More Website Templates @ TemplateMonster.com - December 16, 2013!

Passo dopo passo verso un future migliore


Step by Step – towards a Better Future Lo scopo del progetto “Step by Step – towards a Bet-ter Future” era di incoraggiare il reinserimento di gruppi socialmente vulnerabili di Shida Qartli, e.g. ex-detenuti o in libertà vigilata, membri delle loro famiglie, sfollati e giovani delinquenti, nella società georgiana tramite l’istruzione, l’occupazione e il supporto personale. I residenti di Shida Karli appartenenti a questi gruppi, di età comprese tra i 16 ed i 45 anni, disoccupati, interessati ad imparare nuove competenze e capaci di lavorare in gruppo, potevano partecipare al progetto.

Lo scopo principale del finanziamento era di promuovere la giustizia riabilitante in Georgia tramite l’implementazione di programmi seri di riabilitazione e socializzazione con protagonisti i membri della società civile. La regione ‘target’ per questo progetto era Shida Kartli dove gran parte della popolazione soffre a causa della guerra tra Georgia e Russia cominciata nell’Agosto del 2008. Il progetto “Step by Step – towards a Better Future” è stato il primo nel suo genere, ed ha introdotto un approccio integrante per la riabilitazione di chi è in libertà vigilata, ex-detenuti ed altri gruppi di Shida Kartli.

Il progetto “Step by Step” viene implementato da HILFSWERK Austria International, insieme all’organizzazione partner per donne sfollate “Con-sent”, in cooperazione con le agenzie, National Probation Agency, Probation Bureau of Shida Kartli e con il centro per la prevenzione dei crimini.

1. Corsi di formazione vocazionali: nella cornice del progetto, l’edificio del centro per l’integrazione e la formazione è stato ristrutturato ed attrezzato con nuovi strumenti e mobili in modo da poter soddisfare pienamente i bisogni formativi delle varie professioni. A giugno 2014, sono iniziati i primi corsi per le prime tre specializzazioni: montatore di mobili, saldatore e business manager. I curriculum sono stati sviluppati da un gruppo di operatori multi-disciplinari in collaborazione con Hilfswerk Austria International, l’agenzia National Probation Agency e il Centro per la Prevenzione di Crimini. Ogni corso ha avuto una durata di due mesi, e durante il periodo di studio, i partecipanti hanno ottenuto l’assicurazione sulla salute, trasporto e pranzo gratuito. In totale, sono stati offerti sei cicli di formazione nell’arco di un anno.

2. Formazione in competenze fondamentali: Ogni partecipante della formazione, insieme alla specializzazione scelta, ha dovuto seguire lezioni di informatica e per le seguenti aree: la communicazione effettiva scritta ed orale, matematica di base, lavoro di squadra, competenze di vita e sociali, tecniche per cercare lavoro. Questa formazione in competenze fondamentali aiutava i partecipanti ad ottenere le conoscenze e competenze necessari per essere piu competitivi sul mercato del lavoro. I partecipanti hanno avuto l’opportunità di visitare varie istituzioni pubbliche e private in Gori, e di seguire lezioni di lingua inglese.

3. Assistenza sociale, psicologica e legale per singoli e di gruppo. Accanto alla formazione professionale e le competenze di vita, ogni partecipante è stato obbligato a frequentare sedute di consulenza con uno psicologo e un operatore sociale. Il coinvolgimento simultaneo di questi specialisti è stato uno dei fattori di successo del progetto che ha contribuito in maniera significativa alla reintegrazione totale dei beneficiari.
Gli assistenti sociali e gli psicologi hanno valutato i rischi e i bisogni di ogni partecipante, comprese le circostanze che riguardavano la carriera criminale della persona, il background formativo, i valori, la situazione sociale ecc. per mezzo di interviste (schede e questionari sono stati forniti da esperti austriaci). In base alle informazioni raccolte, è stato stilato un piano di supporto per ogni partecipante, con passi concreti ed interventi per il lavoro con il beneficiario programmati (singolarmente ed in gruppi). In più, in caso di bisogno bisogno, è stato fornita assistenza legale ai beneficiari. Nella cornice del progetto, gli assistenti sociali e lo psicologo organizzavano frequenti incontri con assistenti sociali e psicologi dell’ufficio dell’agenzia National Probation Agency di Shida Kartli, per discussioni congiunte dei casi di chi era in libertà vigiliata e la decidere insieme quali sarebbero stati i passi successivi da compiere per lavorare con i beneficiari.
Step by Step – towards a Better Future
4. Supporto nella ricerca di lavoro: Trovare un lavoro e riuscire a supportarsi da solo è una tappa fondamentale per la reintegrazione e la ri-socializzazione sostenibile e di successo per gruppi a rischio, ex-detenuti, le loro famiglie e persone toccate dai conflitti. Per questo motivo, ai beneficiari è stata fornita una formazione riguardo le tecniche di ricerca del lavoro: dove trovare le informazioni necessari, come e dove trovare lavoro, come preparare un curriculum e una lettera di presentazione, come comportarsi durante un colloquio, ecc. Dopo la formazione, gli assistenti sociali seguivano i beneficiari durante la ricerca di un posto e nella preparazione delle domande. Inoltre, i beneficiari erano registrati su worknet.gov.ge, una piattaforma offerta dell’agenzia dell’impiego per disoccupati e persone in cerca di lavoro. Grazie a queste misure, 71 beneficiari hanno trovato lavoro durante il progetto, 55 di loro continuano a lavorare anche dopo la chiusura del progetto. I partecipanti del progetto sono impiegati sia in ditte private sia in proprio. Alcuni lavorano nel campo di specializzazione in cui hanno studiato durante il progetto.

5. Programmi di Mentorship con volontari esperti: Un mentore è una persona che supporta ed aiuta un’altra persona a sviluppare capacità e potenziale personale per poter vivere una vita significativa ed equilibrata. Ispirati dall’esempio dell’Austria dove mentori, volontari e cittadini normali lavorano con successo con ex-detenuti da anni, il concetto della mentorship è stato introdotto per la prima volta a Shida Kartli e ha ottentuto un successo inaspettato. Durante le attività, un mentore stabiliva un rapporto informale ed amichevole con il partecipante, mantenendo con loro contatti regolari. Il mentore supportava il partecipante nella ricerca di un posto di lavoro, la preparazione di documenti, e discuteva con loro di interessi ed hobby, paure ed aspettative, e aiutava a motivarlo per partecipare in diverse attività e programmi offerti da varie istituzioni diverse. Inoltre, incontri mensili di gruppo con gli assistenti sociali, lo psicologo ed altri mentori sono stati organizzati per permettere scambi proficui. Tutti i mentori sono stati premiati con un certificato a fine-progetto.

6. Programma di piccoli finanziamenti: Un altro componente del progetto per aiutare i beneficiari a migliorare la loro situazione socio-economica e contribuire alla loro auto-realizzazione e reintegrazione nella società era la concessione di piccoli finanziamenti ad alcuni partecipanti. Con questi mezzi potevano iniziare una loro attività o allargare e migliorare una piccola impresa già esistente. Tutti i partecipanti del programma di formazione vocazionale sono stati invitati a partecipare a questo programma Delle 57 domande presentate, 33 persone sono state selezionate per partecipare ad un corso di base in “Business Plan Development”, per poi accedere ad un servizio di assistenza per le loro idee di business individuali.

Risultati del progetto: Durante i 27 mesi dello svolgimento del progetto, 149 persone hanno utilizzato I nostri servizi; 122 persone (81% maschi, 19% femmine) hanno completato i programmi di formazione e hanno ricevuto certificati di superamento dell’esame finale. Questo dimostra una bassa incidenza di abbandono– 82% di quelli che hanno iniziato hanno portato a termine il progetto. Tra quelli che hanno completato, 49 persone erano in libertà vigilata, 9 persone erano ex-detenuti e 56 provenivano dal cosidetto gruppo a rischio. I membri di questo gruppo erano persone che vivono vicino alla linea di confine amministrativo e quelli che sono imparentati con ex-detenuti.
All graduates from the vocational training program were invited to apply for this programe. Out of 57 applications received, 33 persons were selected to participate in a preparatory course on “Business Plan Development” and subsequent counselling on their individual business ideas. Finally, an independent Evaluation Commitee selected Tutti i diplomati del programma vocazionale sono assistiti per le loro idee di business individuali.
Alla fine, un comitato independente di valutazione ha scelto 23 domande di finanziamento, e di questi sono stati scelti, due progetti di gruppo e 21 progetti individuali. Alla fine, un comitato independente di valutazione ha scelto 23 domande di finanziamento, e di questi sono stati scelti, due progetti di gruppo e 21 progetti individuali.

Step by Step – towards a Better Future
Beneficiari del progetto:
I gruppi socialmente vulnerabili di Shida Qartli, e.g. ex-detenuti, persone in libertà vigilata, le loro famiglie, sfollati e giovani delinquenti.

Promotore del progetto:
HILFSWERK Austria International and IDP Women Association “Consent”

Luogo
Regione di Shida Kartli

Maggiori informazioni:
http://www.idpwa.org.ge/ge/step-by-step



COSA DICONO


“L’importanza del progetto si trova nel fatto che le persone hanno avuto l’occasione di ottenere di nuovo la loro dignità. La nostra squadra di staff e mentori volontari dimostravano ai beneficiari che c’erano persone che si preoccupavano di loro in buona fede. Si sono creati rapporti di fiducia che hanno cambiato in modo positivo la motivazione e l’apertura dei partecipanti ad altri servizi offerti. Inoltre, il programma di mentorship tra cittadini normali e persone a rischio ha dimostrato che la reintegrazione è possibile, se i gruppi vulnerabili vengono aiutati dalla società ."
Nicole Maria bauer, Project manager